Ottobre 2018

Survival Rates of Teeth with Primary Endodontic
Treatment after Core/Post and Crown Placement

 L’obiettivo di questo studio fu quello di determinare gli effetti del differimento della ricostruzione dei denti trattati endodonticamente sia per quanto riguarda la loro ricostruzione con core e perni di vario tipo che per gli aspetti legati alla finalizzazione protesica.

Sono stati esaminati estrapolando i dati della Delta Dental of Wisconsin una compagnia assicurativa il cui database includeva 13.329.249 pazienti di cui 160.040 furono sottoposti a terapia canalare con successiva ricostruzione con core o con post & core e successivamente ricoperti per mezzo di corona protesica.

Venne quindi valutata la sopravvivenza a 1, 3, 5, 10 anni prendendo in considerazione per la discussione dei risultati diversi aspetti:

  • Età del paziente
  • Tipo di dente
  • Caratteristiche dell’operatore
  • Materiale di ricostruzione
  • Caratteristiche del perno
  • Materiale della corona
  • Tempo di posizionamento della ricostruzione/perno
  • Tempo di posizionamento della corona

Risultati

La sopravvivenza media generale è stata del 99,1% ad 1 anno, del 96,0 % a 3 anni, 92,3% a 5 anni e 83,8% a 10 anni.

Una prima considerazione fatta dagli autori fu che le terapie furono eseguite per il 29,4% da endodontisti specialisti e per il 70,6% da dentisti generici e che la maggior parte degli insuccessi avveniva negli elementi trattati dai dentisti generici.

Non fu rilevata differenza significativa per quanto riguarda il materiale da ricostruzione mentre venne evidenziata un’importante differenza fra gli elementi ricostruiti con perni rispetto a quelli senza perno, così come grande differenza c’era fra perni indiretti (fusi) e perni prefabbricati con maggior incidenza di frattura per i primi.

Ma i risultati più interessanti e significativi di questo lavoro stanno nell’analisi dei dati riguardanti l’intervallo di tempo fra la cura canalare e le procedure ricostruttive.

Secondo gli autori per ciò che riguarda il tempo della ricostruzione sembra non vi siano differenze significative nell’incidenza della frattura se questa viene eseguita entro 15 giorni o entro 60 dalla terapia canalare. Un’ importante differenza sembra invece esserci quando la ricostruzione viene eseguita oltre i 60 giorni con un’ incremento significativo dell’incidenza delle fratture radicolari.

Le stesse considerazioni sono emerse per ciò che riguarda il tempo intercorrente fra il momento della ricostruzione e quello della ricopertura protesica con un importante aumento delle frequenza di fratture quando la corona viene applicata oltre i 60 giorni.

 

In questo studio pertanto si è rilevato come oltre ai già noti parametri quali presenza o meno di perni, tipo di perno, qualità del trattamento, devono essere considerati fattori determinanti alla sopravvivenza degli elementi trattati endodonticamente, anche una rapida ricostruzione preprotesica seguita in breve tempo da una finalizzazione protesica con ricoprimento cuspidale.

Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor
Sponsor